salta la barra
Tempi e Spazi
CULTURE,
prospettive


sei in Tempi e Spazi  Culture  La contrazione spazio-temporale

La contrazione spazio-temporale - Premessa

La nostra società si è abbandonata al demone della velocità, come scrive Milan Kundera nel suo libro sulla lentezza. E’ dominata da un’inclinazione cronofaga che le impedisce di considerare tempo e spazio come componenti fondamentali dell’agire umano.
Sembra invece che tutte le energie sociali vengano mobilitate per comprimere e annullare la dimensione temporale e spaziale. In altre parole, non solo siamo trascinati in una crescente accelerazione della vita sociale, ma divorare il tempo e lo spazio è diventato un valore.
Benché l’accelerazione dei tempi sociali e il progressivo abbattimento delle barriere spaziali abbiano sempre caratterizzato la storia del capitalismo, ci sono tuttavia dei periodi durante i quali la compressione spazio-temporale assume particolare intensità e determina una cesura che spezza gli equilibri precedenti.
Oggi stiamo vivendo in uno di questi momenti, come viene puntualmente registrato da una vasta letteratura che non esita a fare riferimento a questo fenomeno come criterio per definire il nostro modello di società.
Che venga definita "postmoderna" o che si faccia riferimento al termine "postfordismo" o a qualche altro concetto per indicare la fase attuale della società capitalistica contemporanea, si tende in ogni caso a sottolineare questo aspetto cruciale della vita sociale.
Questa area del sito ha lo scopo di rendere conto di quanto che viene prodotto – analisi, esperienze, iniziative culturali ecc. - intorno a questo fenomeno così importante per la nostra vita quotidiana.